Tipi di azioni nel diritto commerciale: riassunto

Lo statuto potrebbe anche prevedere categorie di azioni intrasferibili o assoggettate a particolari vincoli nel loro trasferimento.

Categorie di azioni previste dalla legge

  • Articolo 2350 (azioni correlate)
  • Articolo 2349: azioni a favore dei prestatori di lavoro: lo statuto può prevedere l’assegnazione gratuita di azioni ai prestatori di lavoro della società o delle controllate, le quali vengono emesse grazie all’imputazione a capitale sociale di utili accantonati a riserva libera o di utili distribuibili. Queste azioni formano però una categoria a sé, con regole particolari relative ai diritti e al regime di circolazione.
  • Articolo 2345: azioni con prestazioni accessorie: oltre l’obbligo dei conferimenti, l’atto costitutivo può stabilire l’obbligo dei soci di eseguire prestazioni accessorie (quindi è un obbligo ulteriore al conferimento) non consistenti in denaro, determinandone il contenuto, la durata, le modalità e il compenso, e stabilendo particolari sanzioni per il caso di inadempimento.
  • Le azioni alle quali è connesso l’obbligo delle prestazioni anzidette devonon essere nominative, sono quindi azioni che individuano la posizione, rispetto alla società, del socio particolare che le ha sottoscritte, vi è un legame particolare tra l’azione e l’identità della persona del socio, in questo caso la persona del socio non è indifferente. Sono quindi caratterizzate dall’inalienabilità, non sono trasferibili senza il consenso degli amministratori. Se non è diversamente disposto dall’atto costitutivo, gli obblighi previsiti in questo articolo non possono essere modificati senza il consenso di tutti i soci.
  • Articolo 2353, le azioni di godimento: le azioni di godimento sono attribuite ai possessori delle azioni rimborsate a valore nominale, inferiore rispetto al valore contabile delle azioni, a seguito di un’operazione di riduzione di capitale sociale. Salvo diversa disposizione dello statuto, le azioni di godimento non danno diritto di voto nell’assemblea. Partecipano alla ripartizione degli utili che residuano dopo il pagamento delle azioni ordinarie o di altre categorie, non rimborsate in sede di riduzione del capitale sociale. Il dividendo loro spettante è apri all’interesse lagale e, nel caso di liquidazione, partecipano alla ripartizione del patrimonio sociale residuo dopo il rimborso delle altre azioni, al loro valore nominale (il valore nominale dell’azione era già stato rimborsato).
  • Articolo 2437 – sexies, le azioni riscattabili: si tratta di una categoria di azioni per le quali lo statuto prevede un potere di riscatto da parte della società o dei soci, subordinato eventualmente al verificarsi di particolari condizioni. Quindi il socio ha l’obbligo di vendere le azioni se i soci o la società ne fanno richiesta (si tratta di una sorta di vendita coattiva).