Riassunto stato patrimoniale finanziario (definizione e spiegazione)

La principale finalità conoscitiva dello stato patrimoniale finanziario è la situazione finanziaria della società, riscontrabile mediante l’analisi orizzontale ed esercitata per mezzo dello schema che riporteremo di seguito.

Il principio classificatorio che distingue lo stato patrimoniale finanziario è dato dalle seguenti regole.

Le attività nello stato patrimoniale finanziario vengono viste in qualità di operazioni in atto che riusciranno a produrre flussi monetari.

Le passività nello stato patrimoniale finanziario sono viste come finanziamenti che dovranno poi essere rimborsati.

Quindi, riassumendo, nello stato patrimoniale finanziario si suddividono attività e passività dove le attività sono produzione di flussi monetari mentre le passività sono finanziamenti da rimborsare.

Le attività sono quindi investimenti ovvero disponbilità (denaro e investimenti convertibili convenientemente in denaro entro l’esercizio successivo) e immobilizzazioni (investimenti convertibili convenientemente in denaro oltre l’esercizio successivo).

Le disponibilità nello stato patrimoniale finanziario si suddividono in liquidità immediate, liquidità differite e rimanenze.

Le immobilizzazioni nello stato patrimoniale finanziario si suddividono in materiali, immateriali e finanziarie & varie.

I finanziamenti nello stato patrimoniale finanziario invece si dividono in finanziamenti a breve (ovvero finanziamenti da rimborsare entro l’esercizio successivo), finanziamenti a medio lungo (oltre il periodo successivo), finanziamenti permanenti (non soggetti a rimborso e per questo soggetti al rischio di impresa).

Di seguito riportiamo lo schema dello stato patrimoniale finanziario:

INVESTIMENTI

Disponibilità:

  1. Liquidità immediate
  2. Liquidità differite
  3. Rimanenze

Immobilizzazioni:

  1. Immobilizzazioni materiali
  2. Immobilizzazioni immateriali
  3. Investimenti finanziari e varie

FINANZIAMENTI

  1. Finanziamenti a breve
  2. Finanziamenti a medio/lungo
  3. Finanziamenti permanenti

 

Esistono poi nello stato patrimoniale finanziario degli indici importanti:

Capitale circolante netto finanziario = Disponibilità – Finanziamenti a breve

Indice margine di tesoreria = (Liquidità immediate + liquidità differite) – Finanziamenti a breve

Indice margine di struttura = Immobilizzazioni – Finanziamenti permanenti