L’influencer su Instagram: le 7 regole per crescere

In un corso di economia digitale non può mancare un capitolo dedicato al mondo degli influencer, spesso dibattuto online per via della novità del mestiere, e discusso lungo le strategie di marketing da adottare come azienda. Calcolare il roi in un investimento pubblicitario caratterizzato da influencer infatti può essere di grande difficoltà.

Il lavoro dell’influencer

Nell’era del digitale anche molte professioni si creano e sviluppano sul web.

Una delle professioni che più hanno preso piede negli ultimi anni, specialmente tra i giovani, è quella d’influencer: un professionista che viene pagato da aziende e brand per sponsorizzare uno o più prodotti con foto e video.

Un influencer, per essere cercato e pagato dalle aziende, deve dimostrare di avere un profilo di successo, di avere molti followers, cioè molti seguaci e di essere, quindi, molto “influente” nel condizionare gusti e opinioni altrui portando, in tal modo, nuovi clienti al brand sponsorizzato.

Come avere un profilo Instagram di successo

Ecco qualche suggerimento per creare profili Instagram di successo:

1) Studiare attentamente i trend di mercato per puntare su un settore che, potenzialmente, possa portare molti seguaci: food, make up, wellness, moda. Questi sono alcuni degli argomenti che suscitano maggiore interesse su Instagram anche grazie alla possibilità di pubblicare immagini sempre nuove.

2) Postare foto o video ogni giorno ma senza esagerare.

Trascurare il profilo per giorni è un grave errore che farà perdere interesse ai followers e, di conseguenza, anche ai brand. Ma anche pubblicare troppo e troppo spesso non è la giusta strategia: 1 video e 1 o 2 foto al giorno sono sufficienti a mantenere alta l’attenzione.

3) Le foto e i video devono sempre essere di qualità: no a foto sgranate e video in movimento dove non si distinguono chiaramente le immagini.

4) Pubblicare sempre contenuti nuovi, originali e interessanti. Non copiare profili altrui che trattano settori simili.

Per restare sulla cresta dell’onda e catturare nuovi followers è necessario distinguersi. Questo vale a maggior ragione se la concorrenza è alta e ci si occupa di argomenti di cui parlano altri 1000 influencer.

5) Entrare in contatto con gruppi e community che raggruppano persone interessate al nostro ambito d’azione.

6) Non pubblicare mai contenuti offensivi o discriminanti nei confronti di determinate categorie o gruppi di persone (ciò potrebbe causare la segnalazione e l’oscuramento del profilo).

7) Non fare spam. Se un profilo Instagram viene ritenuto troppo “spammoso” o intento solo a pubblicizzare qualcosa senza apportare contributi utili può venire segnalato e, addirittura, oscurato.

Lo spam soprattutto può essere un grande danno per il nostro profilo, Instagram è da sempre in prima linea per combattere i profili che intasano le nostre bacheche di contenuti inadatti e al limite del ridicolo, capita cosi che molte volte chi vuole diventare un Influencer caschi nel famigerato ban di Instagram, che rende invisibili le nostre foto ai membri presenti sulla piattaforma che non ci conoscono, andando cosi ad azzerare l’appetibilità del nostro profilo.