Il triangolo di Dupont: breve spiegazione riassuntiva

Con il ROIg si prendono i considerazione tutti gli investimenti aziendali, sia quelli caratteristici che quelli non caratteristici. Dunque per dare un giudizio più preciso sul business che caratterizza la società, si può fare ricorso al ROIc.
Qui si vuole fare un’analisi di redditività operativa caratteristica, ovvero si vuole analizzare nel tempo e nello spazio la redditività degli investimenti caratteristici, a prescindere da come questi siano finanziati.

 

Il ROIc, è il risultante tra il rapporto ROC/K’ medio (= capitale investito nella gestione caratteristica a prescindere dalla sua provenienza, ovvero che sia il capitale proprio o di terzi).

A sua volta il rapporto appena visto si può scindere in altri due fattori: ROC/K1 = ROC/V x V/K dove il primo fattore è il ros e il secondo il turnover. Questi due fattori formano il triangolo di Dupont.
Il ROS indica l’efficienza operativa ed è il rapporto tra ROC/V ed esprime la capacità remunerativa del flusso dei ricavi tipici dell’impresa, ovvero indica la % di vendite che si trasforma in risultato operativo caratteristico (= per ogni euro di ricavi quanti centesimi si trasformano in reddito operativo caratteristico).

Il turnover, invece, indica la produttività, ovvero lo sfruttamento del capitale ed è il rapporto tra V/K’ed indica la rotazione del capitale investito nella gestione caratteristica. Il turnover esprime dunque la velocità di rigiro del capitale impegnato nella gestione tipica ( ovvero quante volte nel periodo amministrativo il capitale è tornato in forma liquida attraverso le vendite).

TRIANGOLO DI DUPONT = ROS X ASSET TOURNOVER = (ROC/V) x (V/K’medio)