I cambi di valuta a pronti e a termine nei conti correnti online

Quando si parla di convenienza dei conti correnti non si valuta spesso l’aspetto dei cambi. Parliamo in questo articolo della diversa gestione nei conti correnti online e tradizionali dei cambi di valuta riportando la differenza tra cambi finanziari a pronti e a termine e spiegando come l’evoluzione tecnologica abbia reso meno complesso l’operazione di cambi a pronti rispetto a quella a termine.

Usualmente nelle operazioni finanziarie vengono impigati due tipi di tassi:

  • Tassi a pronti
  • Tassi a termine

Quando viene effettuata un’operazione di scambio valute può essere utilizzato un tasso di cambio predefinito, ovvero il tasso a termine, che verrà a concretizzarsi in un periodo successivo nel futuro: se ci si accorda per ricevere fra tre mesi un euro in cambio di certo numero di dollari al tempo X futuro e si stabilisce un tasso di cambio prima della effettiva data, si sta utilizzando un tasso di cambio a termine.

Il tasso a pronti, o “tasso spot” è invece quel dato tasso di cambio mediante il cui una valuta viene scambiata con valuta pari a 2 giorni lavorativi consecutivi al giorno della rilevazione.

Con l’avvento dei conti correnti online oggi è meno frequente rispetto al passato, dove le informazioni viaggiavano a velocità ridotte, il tipo di cambio valuta con cambio a termine: nei conti correnti online difatti le informazioni viaggiano in maniera veloce ed i cambi sono di solito aggiornati in maniera giornaliera.

Piccola parentesi: il perchè dell’ampia diffuzione dei conti correnti online è chiaramente associabile alla facilità con cui è possibile aprirne uno e all’introduzione in casa dei dispositivi elettronici più comuni per le comunicazioni come ovviamente il computer. Parlandoci chiaramente di solito si ottengono addirittura dei vantaggi niente male nell’apertura dei conti online, basta vedere sul sito ilcontoonline ad esempio un veloce confronto prezzi per rendersi conto di poter ricevere interessi alti e persino buoni amazon semplicemente depositando poco denaro in un conto a proprio nome. Chiudiamo tuttavia la parentesi e torniamo alla nostra spiegazione riguardante gli scambi finanziari di valuta e lo scenario che si va a delineare attualmente e nel futuro prossimo.

Il ruolo delle istituzioni finanziarie nelle operazioni in cambi

Chiaramente le operazioni svoltesi all’interno dei mercati valutari devono essere, per legge, effettuate da intermediari, per lo più identificati nei dealer all’interno del mercato OTC (“Over the counter”), mediante l’impiego di strumentazione elettronica come computer e telefoni connessi alla reta. Per mezzo della rete è possibile far conoscere agli operatori i dati relativi ai cambi di valuta in tempo reale, rendendo più efficenti i sistemi di negoziazione.