2 Mappe concettuali per capire meglio la Sicilia (scuola media)

La Sicilia, grazie alla sua posizione centrale nel Mar Mediterraneo, ha vissuto in prima persona alcune tra le più grandi vicissitudini della storia. A partire dai popoli che anticiparono l’arrivo dei Greci, fino al secolo scorso, l’isola è stata teatro di guerre di conquiste e centro culturale di estrema importanza.

  • Periodo Antico
  • Periodo Greco
  • Periodo Romano

Attorno al 10000 AC l’uomo in Sicilia era presente presso la Grotta del Genovese nell’isola di Levanzo, presso il Monte Pellegrino nella grotta dell’Addaura, e presso il Golfo di Castellammare, nella grotta dell’Uzzo.

Dell’età del bronzo sono note comunità presso Noto, Thapsos e nella zona di Milazzo.

Nel tardo periodo dell’età del bronzo, i Micenei in crisi per motivi politici ed economici, cominciano a scomparire dalla scena mediterranea. Al loro posto arrivarono dal nord altri popoli. Ellanico di Mitilene, narra dei Siculi e degli Ausoni, scacciati dagli Enotri attorno al 1260 AC.

Tra il XIII e l’VIII secolo AC (periodo precedente all’arrivo dei Greci in Sicilia), l’isola era suddivisa tra quattro popoli:

  • Siculi
  • Sicani
  • Elimi
  • Fenici

La Sicilia, settima isola europea per dimensione, è la principale isola italiana e di tutto il Mar Mediterraneo, nonché la denominazione della Regione autonoma a statuto speciale comprendente come territorio oltre che l’omonima isola anche diverse isole minori, quali il gruppo delle Isole Eolie o Lipari, Isole Egadi, Isole Pelagie, le isole di Pantelleria, Lampedusa e di Ustica.

L’arcipelago maltese è geograficamente parte integrante della Sicilia. Malta è stata altresì unita alla Sicilia, anche politicamente, fino al 1798 anno in cui fu occupata (per 2 anni circa) da Napoleone.

È separata dal continente mediante lo Stretto di Messina (ca.3km).

L’isola stessa nonché le isole circostanti sono interessate da intensa attività vulcanica: Etna, Stromboli, Vulcano.